Seconda poesia postcontemporanea di febbraio 2024.

Share Button

Preferisci l’attuale Democrazia Italiana o la nuova forma di governo con il Premierato?

1

Io, B. C., ho nel cuore, nel corpo e nell’animo una grande e profonda spina, che ha le fattezze e le sembianze della nana e finta bionda Meloni, che mi tormenta, mi affligge e mi intristisce l’animo, ogni ora, del giorno e della notte.

2

Non mi piacciono le sue idee politiche ed economiche; non mi piace la sua ideologia postfascista; non mi piace la sua azione di governo, la quale sta stravolgendo e distruggendo la nostra cara e preziosa Repubblica Democratica Italiana; non mi piace la sua poca e misera cultura politica di destra, così opprimente, così repressiva, così antistorica e così anacronistica, che si rifà alla mentalità del regime del fascismo storico; mentalità e ideologia che lei vuole imporre ed instaurare al posto della nostra cara e preziosa Repubblica Italiana. Non mi piace il suo governo, postfascista e sovranista, perché portatore di una mentalità e di una ideologia retrograda, regressiva, degenerativa e involutiva; non mi piace il probabile referendum costituzionale che si terrà, molto probabilmente, entro il 2024, sul Premierato; referendum che ha lo scopo e l’obiettivo di instaurare in Italia un governo con un Premierato di destra, postfascista, forte, totalitario e liberticida dell’attuale Repubblica Democratica Italiana. Se gli italiani dovranno scegliere tra la Democrazia e il Premierato di destra, io, B. C., penso, reputo, giudico e auspico che gli italiani sceglieranno e voteranno la Democrazia e bocceranno, completamente e totalmente, il Premierato della nana e finta bionda premier Meloni. Ecco come potrà essere il fac-simile della scheda del referendum sul Premierato.

Preferisci l’attuale Democrazia Italianao la nuova forma di governo con il Premierato?
X 

Io, B. C., spero, auspico e immagino che la maggioranza degli elettori italiani sceglierà e segnerà, la preferenza all’attuale Democrazia Italiana, con una X, con intelligenza e con consapevolezza tutta italiana e antifascista. Se, invece, la maggioranza degli elettori italiani dovesse scegliere, malauguratamente e disgraziatamente, la nuova forma di governo con il Premierato voluto dalla nana e finta bionda premier Meloni, io, B. C., allora penso, presagisco e immagino che l’Italia si troverebbe a vivere e a sopportare un nuovo Stato oppressivo, repressivo e regressivo che toglierebbe e annullerebbe tutte le libertà civili, sociali e politiche che gli italiani abbiamo goduto e praticato in questi 79 anni di Democrazia Repubblicana Italiana. Io, B. C., penso, reputo e presagisco, inoltre, che la vittoria della destra italiana, voluta, così fortemente e così convintamente, dalla nana e finta bionda premier Meloni, costituirebbe una infausta, disastrosa e amara vittoria della destra postfascista; vittoria che riporterebbe sullo stesso piano l’Italia e lo Stato italiano alla stregua di nazioni e di stati totalitari, repressivi, antidemocratici e postfascisti, come l’Ungheria di Victor Orban e il postfascista e post nazista Vladimir Putin. Infatti, io, B. C., penso, reputo e giudico che Vladimir Putin, non solo ha attuato e praticato la dittatura sul popolo russo, anziché una dittatura del proletariato russo; ma ora, dopo l’invasione e l’aggressione all’Ucraina, io, B. C., penso, reputo e giudico che Vladimir Putin è diventato un criminale di guerra facendo uccidere e massacrare migliaia di ucraini innocenti e indifesi.

3

Non mi piace il modello di Stato post fascista e anti democratico che la nana e finta bionda premier Meloni vuole instaurare in Italia e cioè il modello postfascista e antidemocratico che assomiglierebbe molto allo Stato ungherese, riducendo, così, la bella e preziosa Democrazia Italiana a uno Stato in cui la Democrazia Liberale e Parlamentare Italiana si trasformerebbe e si si ridurrebbe ad uno Stato di democratura di destra e postfascista nel quale a comandare sarebbe soltanto la nana e finta bionda premier Meloni. L’Italia diventerebbe, così, una Nazione caratterizzata e contrassegnata da uno Stato di democratura, regime politico improntato alle regole formali della democrazia, ma sostenuto e governato da comportamenti postfascisti e da comandamenti antidemocratici, guidati, voluti, determinati e comandati da un autoritarismo di destra e postfascista.

4

Non mi piace lei, personalmente e fisicamente, perché si comporta come una politica portatrice di idee postfasciste e retrograde; non mi piace lei come politica e come capo del governo italiano, perché in questo anno e più del suo governo postfascista si è mostrata sempre una politica bugiarda, volubile, voltagabbana e voltafaccia, come si è comportata a riguardo della tassazione sugli extraprofitti delle banche. Prima aveva dichiarato ufficialmente che avrebbe tassato gli extraprofitti delle banche del 2%, ma subito dopo le rimostranze dei berlusconiani, la nana e finta bionda Meloni ha rinnegato la sua proposta sugli extraprofitti, annullando, così, la sua stessa iniziativa economica, la quale, in qualche modo, aveva stupito e illuso il popolo di centrodestra e la maggioranza degli italiani.

5

In conclusione e in definitiva, io, B. C., per concludere questa poesia politica e postcontemporanea, affermo quanto segue.  Menomale che in questi anni abbiamo avuto e abbiamo a tutt’oggi il buon e saggio Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale con la sua intelligenza politica e con la sua sagacia e moderazione culturale, ha dato lustro, luce e prestigio a tutto lo Stato italiano e a tutti gli italiani nel mondo, nonostante ci sia a capo del Governo italiano una nana e finta bionda di destra postfascista che oscura, opprime e fa regredire l’Italia e gli italiani, riportandoli ad una mentalità fascista e ad una ideologia postfascista, ormai anacronistiche, antidemocratiche. Infine, fa paura, anche, tutta la sua azione politica e governativa verso una democratura italiana.

Modica, 12/02/2024

Prof. Biagio Carrubba

Share Button

Replica

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>