PICCOLE NOTE SUL CARATTERE E SUL COMPORTAMENTO DI GIORGIA MELONI, PREMIER DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI IN CARICA.

Share Button

1

Io, B. C., osservando e ascoltando la Premier Giorgia Meloni ho capito che lei usa sempre lo stesso linguaggio, monotono, comune e ripetitivo, ma farcito di rimproveri e di rimbrotti verso tutti i suoi avversari politici, considerati deficienti e inadeguati nell’esercizio della loro azione politica. Io, B. C., penso e sostengo, anche, che la Premier Giorgia Meloni non fa altro che ripetere frasi fatte e stereotipate, come quando dice che lei metterà gli interessi degli italiani al primo posto, come se i precedenti Governi non avessero lavorato per il bene dell’Italia. Anzi, io, B. C., giudico e sostengo che i precedenti Governi del centro sinistra, che hanno governato l’Italia dal 2011 al 2021, abbiano saputo amministrare e governare l’Italia molto meglio di come lei, sicuramente, gestirà e governerà l’Italia, perché, nei prossimi mesi, certamente, verrà fuori tutta la sua ignoranza politica e tutta la sua incapacità ad affrontare e a risolvere tutti i problemi economici e sociali che l’Italia avrà nel 2023. Inoltre, io, B. C., ho visto e ho ascoltato come la Premier Giorgia Meloni adopera sempre lo stesso modo di comunicare il suo pensiero, stereotipato e monotono, agli italiani. Io, B. C., ho cercato di capire e di osservare, anche, qual è il modo di comunicare della Meloni e ho capito che la Meloni usa e adopera sempre gli stessi ragionamenti. La Meloni, in sintesi, afferma: “gli altri Governi hanno sbagliato tutto, io, invece, risolleverò e governerò l’Italia mettendo al primo posto gli interessi degli italiani”. Io, B. C., ho capito che lei ripete sempre questo ragionamento ogni volta che ha presentato le sue idee politiche e ogni volta che ha prospettato la sua azione di Governo, come ha fatto durante la sua campagna elettorale estiva per vincere le elezioni, elettorali e politiche, del 25/09/2022. Insomma, ogni volta, la Premier Meloni, quando esprime il suo pensiero e le sue idee politiche e sociali, mette, prima di tutto, in primo piano sempre il suo ego, saccente e pretenzioso, onnisciente e provocatorio, disprezzando a parole tutti gli altri esponenti del centro sinistra e deprecando il lavoro fatto dai Governi del centro sinistra nel decennio 2011 – 2021. Io, B. C., mi accorgo che con questo suo modo di comunicare e di esprimere la sua individualità viene fuori la sua povera pochezza e la sua misera personalità, ma presentate e mascherate con la sua forte presunzione delle sue parole e con la sua forte supponenza con la quale riesce ad ottenere l’attenzione e il consenso degli altri, anche se poi non rivela e non espone nessuna idea risolutiva e nessuna soluzione intorno ai problemi discussi. Io, B. C., penso e constato che con questi discorsi ripetitivi e pretenziosi, la Premier Giorgia Meloni tira fuori e mostra la sua povera personalità, presentata e mascherata, però, da un’alta e forte immagine di sé stessa, orgogliosa e presuntuosa. Io, B. C., devo pure constatare che questo modo di comunicare della Meloni, ha avuto, purtroppo, successo in Italia perché la stragrande maggioranza degli italiani le ha creduto e così è stata votata sia dagli elettori di destra, sia dagli ex leghisti e sia, ovviamente, dalla moltitudine dei post fascisti, anonimi e anacronistici, che ancora vivono silenti in Italia. Io, B. C., ho constatato, pure, che la Premier Meloni adopera, sempre, la stessa comunicazione, saccente e presuntuosa; eppure questo linguaggio e questa comunicazione hanno fatto presa, non solo sul popolino italiano di destra, ma hanno, anche, convinto e coinvolto molti intellettuali, economisti e ideologhi, di destra e di centro destra, che ormai da diversi anni la assecondano, la ossequiano e le obbediscono. Inoltre, io, B. C., ho visto che molti politici del suo partito e della sua ideologia politica dicono e pronunciano verso di lei, continuamente, dei panegirici, inutili, insulsi e nauseanti. Inoltre, io, B. C., ho visto e ho constatato che la Premier Meloni ostenta, anche, in molte occasioni, sia nei comizi pubblici, sia in pieno Parlamento e sia nei talkshow, la sua presunzione, la sua pretensione ed esibisce, anche, un modo di parlare e di apparire pretenzioso, come quando si atteggia a voler dimostrare di essere la redentrice dell’Italia, quando, invece, secondo me, lei è una politica di scarsa cultura e di scarse conoscenze, incapace di trovare le soluzioni per risolvere la crisi italiana. Infine, io, B. C., penso e ho visto che la Premier Meloni ostenta la sua pretenziosità in modo evidente, ma poi in effetti, quando parla e quando dice le sue mezze frasi e le sue mezze battute, lei dimostra soltanto la sua vuotaggine e la sua pochezza di leader politica. Io, B. C., infine, sono sicuro che la Premier Meloni e il suo Governo non daranno nessuna soluzione per quanto riguarda i problemi italiani e non riusciranno a risolvere i problemi economici, sociali, civili e politici italiani, anzi aggraveranno e appesantiranno le già grosse e conflittuali crisi italiane.

2

Io, B. C., voglio analizzare e, modestamente, fare rimarcare qualche notazione del carattere, stereotipato e ripetitivo, della Premier Giorgia Meloni. Inoltre, io B. C., voglio descrivere ed evidenziare, anche, qualche aspetto della sua personalità, pretenziosa e supponente, e del suo comportamento, etico ed etopico. Inoltre, io, B. C., vedendo, osservando e ascoltando Giorgia Meloni ho constatato che lei si atteggia ad usare sempre le stesse e varie posture del corpo. Una movenza e una postura consuete della Premier Meloni sono quelle relative al suo modo di guardare gli altri. Infatti, secondo me, la Premier Meloni guarda gli altri sempre con lo sguardo in tralice, di sottecchi, e guarda i suoi interlocutori e gli altri politici con sospetto e con diffidenza. Io, B. C., ho captato, anche, quali sono le sue varie espressioni del viso, che assume quando parla con gli altri. Infatti mostra un atteggiamento di sdegnosa superiorità e di arroganza. Inoltre, la Premier Meloni, quando parla e guarda gli altri, assume un contegno sussiegoso e sostenuto, da cui traspare molta altezzosità e molta cupidità. Inoltre, io, B. C., ho notato e constatato altre caratteristiche della sua personalità: la prima cosa che ho notato nella Premier Meloni è stata, sicuramente, il suo modo di atteggiarsi, altezzoso e pieno di sé, verso gli altri. Un’altra caratteristica che emerge subito dalla personalità della Premier Meloni è, senz’altro, la sua pretensione, cioè la sua pretesa di voler fare cose superiori alle proprie possibilità e un’altra caratteristica della sua personalità, che si evince subito, è la sua veemenza, con la quale si scaglia con violenza e si avventa con parole dure e ostili, immediatamente, contro i suoi avversari politici e poi finisce di sfogarsi inveendo violentemente i suoi avversari politici. Io, B. C., osservando il suo modo di atteggiarsi verso gli altri, ho notato, anche, che la Premier Meloni ostenta, fin da subito, un atteggiamento sprezzante e riluttante verso gli altri, mostrando, così, un aspetto e un atteggiamento esteriore superbo e pretenzioso. In questo modo, secondo me B. C., la Premier Meloni falsa la realtà sulla sua personalità perché dà a vedere un atteggiamento e un comportamento pieno di arie e si dà anche un contegno di alterigia e di superbia creando per sé e per gli altri una maschera politica che nasconde la sua pochezza di idee politiche e cela e vela la sua mediocrità politica e camuffa la sua poca cultura politica e generale. In effetti, secondo me, B. C., la Premier Meloni non ha nessuna cultura generale e non possiede neanche né una cultura economica, né una cultura ambientalistica, né una cultura musicale, anche se lei si atteggia a mostrare una competenza e una cultura su tutte queste materie. Per esempio, la Premier Meloni è andata alla prima rappresentazione dell’opera lirica della Scala di Milano per far intendere e capire che lei era istruita ed era competente di musica classica, quando, invece, è evidente che lei di musica classica e di rappresentazioni musicali e liriche non ne sa un’acca e non ne capisce niente perché non ha mai studiato musica classica e non ha mai frequentato un liceo musicale. Io, B, C., ho capito ed intuito, quindi, che la Meloni usa sempre lo stesso atteggiamento: far capire agli altri che lei sa e conosce la cultura e sa darsi, anche, delle arie su tematiche ambientali, politiche ed economiche di cui, invece, non conosce niente perché non le ha mai studiate, anche se poi ostenta un’aria piena di sé e un atteggiamento presuntuoso verso gli altri. Io, B. C., inoltre, ho, anche, constatato che lei ostenta, in ogni circostanza, la sua alterigia e la sua superbia e mostra, anche, la sua saccenteria e la sua presuntuosità, nonostante non possegga nessuna cultura, né economica, né climatica, né culturale, ma si atteggia ad essere una leader politica preparata e piena di boria, facendo credere agli altri che lei è dotata di carisma politico, mentre in realtà mostra, soltanto, la sua pretenziosità e la sua presunzione di governare e di salvare l’Italia. Insomma, la Premier meloni si atteggia, sia nel comportamento esteriore e sia negli atteggiamenti, gestuali e comunicativi, ad essere una statista di primo livello, come lo fu il suo idolo politico Benito Mussolini. Infine, io, B. C., mi chiedo e domando: come cavolo ha mai fatto la Premier Giorgia Meloni, prima, ad arrivare ed essere eletta presidente del partito FdI e poi a diventare la Premier del Consiglio dei Ministri italiani, nonostante abbia ostentato e mostrato tutti questi limiti culturali e queste deficienze di conoscenze specifiche, di cui io ho parlato prima e che ho messo in evidenza sopra, pur dando a vedere che lei, su queste tematiche extra politiche, ne sa qualcosa. Io, B. C., penso e suppongo che la Premier Meloni sia arrivata al vertice del suo partito e sia potuta diventare presidente del Consiglio del Governo italiano soprattutto grazie alla sua forza di volontà, grazie al suo carattere fermo e deciso,  grazie alla sua ambizione politica e, soprattutto, grazie alla sua vocazione e passione politica e grazie alla sua altezzosa alterigia e, soprattutto, alla sua forte e ambiziosa personalità politica, di cui sono dotati molti politici di destra e dell’estrema destra. Io, B. C., penso e ritengo che chi osserva, dall’esterno, la Premier Meloni si accorge, facilmente, che lei non ha nessuna intelligenza politica creativa; ed è evidente, anche, che la Premier Meloni non ha nessuna ideologia nuova, tranne quella di riferirsi all’ideologia del fascismo. Inoltre, io, B. C., vedo e constato che la Premier Meloni dimostra di non avere nemmeno un briciolo di carisma politico, di cui, invece, lei si crede dotata. Insomma, la Premier Meloni è una leader politica che è arrivata ad essere la Premier del Consiglio dei Ministri soltanto grazie alla sua indole indefessa, al suo carattere testardo, ambizioso, presuntuoso e superbo. Infine, io, B. C., penso e reputo che se della Premier Meloni togliamo la sua pretensione, la sua supponenza, la sua cupidità, il suo susseguo, la sua altezzosità, il suo carattere pieno di sé, la sua boria e la sua pervicacia non resta niente altro che la sua pochezza intellettuale, la sua misera personalità di esibizionista, il suo ego borioso e pieno di sé e la sua ignoranza politica e intellettuale.

Modica 24/12/2022                                                              Prof. Biagio Carrubba

Share Button

Replica

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>