INSEGNARE E’ BELLO

aula-scolastica
Share Button

INSEGNARE E’ BELLO

Docendo discitur
Insegnando si impara.
(Seneca)

Chiuso nella mia stanzetta piccola ma adatta a me
rimugino cosa succede a scuola.
Ormai sono in procinto della pensione
e sono quanto mai sollecito ed alacre
a lasciarla e pronto a riposarmi.

Ripenso alla mia attività di insegnamento
più che trentennale e mi rendo conto che
insegnare è infondere affetto ed amore.
Insegnare è, innanzitutto, dispiegare
sapienza, canoscenza ed empatia.

Insegnare è, infatti, bello perché
fa maturare la personalità dei discenti,
fa crescere la mente e il corpo degli alunni
e sveglia chi vuole maturare e raffinare,
con diligenza, la mente e il corpo.

Insegnare non è solo sapere ascoltare,
riconoscere i problemi degli alunni e
capire e risolvere le difficoltà altrui,
ma è, soprattutto, comunicare
informazioni, nozioni, teoremi e storie.

Ormai la scuola è diventata complessa,
burocratica, tecnocratica, informatizzata e
piena di impegni amministrativi e formali
che la rendono difficile, ostica e fredda.
I rapporti umani tra i proff e gli studenti
sono divenuti sterili, distaccati e aleatori.

2

 

scuola

La scuola di oggi è sottoposta all’arbitrio
di un uomo solo, gravoso e minaccioso,
al comando dell’Istituto e ha il potere di vita
e di morte sugli insegnanti che sono diventati
sudditi, sottomessi, burocrati e funzionari.

Io, in questa scuola così strutturata,
mi sento debole e inadeguato ad essa,
perché è diventata un inferno dantesco.
Ma io ne uscirò sano, consapevole e lucido
a rivedere il sole e le altre stelle.

Nonostante alcuni fenomeni negativi,
che nascono, si sviluppano e proliferano
nel mondo scolastico bizantino, come
il bullismo, l’ipocrisia, il favoritismo,
la scuola, con il decreto Renzi, sia

divenuta una istituzione meno democratica
ma per chi ne ha voglia e volontà,
rimane ancora il luogo e il Kairos in cui
chi ci riesce può esprimere la sua creatività
personale, didattica, e culturale.

Quindi io credo che la scuola faccia parte
di uno Stato freddo, ma necessariamente
adeguata ai tempi e al Zeitgeist di oggi.

"<br

Modica 12/ 10/ 2016                                                          Prof. Biagio Carrubba

Share Button

Replica

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>